La Disinfezione è diventata nell’ultimo anno una pratica di uso quotidiano. L’emergenza pandemica SAR-COV2 ha comportato una maggiore attenzione a questo processo, al fine di sconfiggere ogni timore legato al COVID-19.

È noto che la necessità, sviluppa e modifica tecnologie e nuovi prodotti, dovuti ai maggiori investimenti in ricerca e sviluppo. Entasys si è impegnata proprio in tal senso nel ricercare nuove tecnologie e nuovi prodotti per garantire una maggiore efficacia nel contrastare l’inquinamento da batteri e da virus.

Entasys sa bene quanto sia complesso soddisfare le esigenze di ogni singolo cliente. Riuscire a prevenire e a contenere una contaminazione biologica è fondamentale. Ogni luogo, che sia un’azienda, una scuola o un qualsiasi altro posto dove transitano e/o soggiornano le persone è un piccolo mondo. In quanto tale, ognuno di essi ha delle esigenze differenti, il fattore comune è rappresentato dalla Disinfezione con metodi a basso impatto, ma con maggiore efficacia.

Lo sviluppo interno delle aziende leader nel settore della disinfezione ha permesso il sorgere di strumenti sempre più moderni. Oltre alla ricerca e sviluppo bisogna continuamente cercare nuovi partner capaci di realizzare prodotti non tossici e rispettosi dell’ambiente con un elevato grado di biodegradabilità.

Entasys si avvale dei protocolli più stringenti a livello internazionale, come quello imposto dalla NADCA (National Air Duct Cleaners Associations) di cui fa parte, per svolgere la propria attività di disinfezione e manutenzione della canalizzazione aria e negli impianti idrici. 

Disinfezione ambientale – la nebulizzazione

Uno dei processi maggiormente utilizzati per la disinfezione ambientale consiste nella nebulizzazione di prodotto disinfettante composto da perossido d’idrogeno, la cui formula chimica è H2O2, molto simile alla molecola dell’acqua H2O, ma con un atomo di Ossigeno in più.

Attraverso il processo di nebulizzazione viene distribuito nei locali: le dimensioni delle particelle di vapore sono dell’ordine di qualche micron (millesimo di millimetro). Queste dimensioni rende facile da comprendere di quanto sia capillare la sua distribuzione sia nell’aria, sia sulle superfici di contatto, assicurando un elevato grado di efficacia. Il vapore diffondendosi nell’aria dei locali genera il biocida OH- (radicale ossidrile) che è la causa dell’azione di disinfezione.

Il principio di funzionamento del radicale ossidrile è molto semplice: nel momento in cui il radicale ossidrile OH- (ione fortemente ossidante) si deposita sulla membrana del batterio (composta da Calcio e Sale – Cloruro di sodio), attiva il cloro, che fino a quel momento era stabile, provocando la disintegrazione dello stesso involucro, impedendo in questo modo la possibilità di riprodursi.

Chiaramente questa modalità con questo tipo di prodotto, ha un basso impatto in quanto non si generano elementi organici leggeri che si diffondono nell’aria, inoltre il suo smaltimento è velocissimo, in meno di venti minuti.

La trasformazione dello Ione OH- in O2 (ossigeno) e H20 (acqua), trasforma questo composto in atossico e sicuramente non pericoloso quindi non cancerogeno per le persone che in seguito dovranno tornare ad occupare i locali. Ciò, va detto e ribadito, non vuol dire che si può assistere durante il processo di vaporizzazione poiché si rischierebbe l’esposizione per inalazione in un lasso di tempo in cui il prodotto conserva una certa pericolosità.

Disinfezione impianti idrici – Ossigeno e sui vantaggi

Gli impianti idrici sono un altro luogo dove si possono annidare batteri. Per questo motivo è importante sanificare con regolarità gli impianti di trasporto dell’acqua. Di solito il processo di igienizzazione avviene attraverso la clorazione dell’acqua, sarà necessario un periodo di riposo per eliminare l’eccesso di cloro. Recentemente si è visto che l’utilizzo dell’ossigeno (O2), ha lo stesso effetto, ma meno inquinante, sia per l’acqua da bere, sia in tutti quegli impianti dove l’acqua viene trasportata per essere utilizzata in modo differente.

Anche in questo caso utilizzare il perossido di idrogeno, come disinfettante, può essere molto utile. L’azione meccanica dell’effervescenza prodotta dalle micro bolle, genera delle microlesioni continue su eventuali depositi di calcare o biofilm. Successivamente il flusso dell’acqua porterà via gli scarti generati rendendo nuovamente pulita la tubazione. Una tubazione pulita da ogni sedimentazione sicuramente allunga la vita della condotta e allontana ogni forma di contaminazione possibile come la Legionella.

I vantaggi di questo tipo di pratica sono innegabili:

  • altamente biodegradabile
  • non corrode
  • rispetto al cloro, i tempi di disinfezione sono più bassi
  • riduzione al minimo, se non annullamento, dell’intossicazione da ingestione di cloro
  • riduzione del consumo di acqua a seguito dei contro lavaggi non necessari

Ultimo elemento da non sottovalutare è che il perossido di idrogenoH2O2 è considerato un presidio medico chirurgico. Elemento da non sottovalutare in considerazione della normativa sulla salute e la sicurezza nel luogo ove si lavora, che obbligano a tenere sotto controllo la Legionella.

Conclusioni

Entasys è sempre alla ricerca di nuovi sistemi di sanificazione e pulizia negli impianti dell’aria e sistemi di distribuzione idrica.

Recentemente ha sviluppato metodi operativi per disinfettare ambienti per tornare operativi in brevissimo tempo. Il fermo impianto o la chiusura temporanea di un’attività rappresenta un onere evitabile in periodi in cui la disinfezione deve avvenire a cadenze più stringenti.
I nostri tecnici qualificati sono in grado di svolgere a regola d’arte tutte le operazioni necessarie per rendere salubre un ambiente.

Entasys su richiesta svolge attività pre e post manutenzione al fine di garantire la qualità del lavoro svolto:

  • attività di analisi precedente all’intervento con relazioni fotografiche e analitiche al fine di quantificare in modo esatto il tipo di intervento
  • attività di analisi post-intervento per mostrare a posteriori la qualità del servizio offerto, anche laddove l’occhio non è in grado di vedere elementi e punti difficili, come ad esempio dentro i canali dell’aria.
  • l’analisi della qualità dell’aria deve essere quantificata e certificata per mezzo di strumenti qualificati e certificati.

Richiedi sempre una valutazione prima di far iniziare una disinfezione dell’aria, o dell’acqua.
Una manutenzione periodica ti aiuta a non incorrere in spiacevoli inconvenienti, fermo dell’attività e/o nella peggiore delle situazioni a pagare pesanti multe per mancata osservanza delle normative di igiene sanitaria sui luoghi di lavoro.

×

 

Contattaci!

Un esperto ti risponderà il prima possibile.

×